Gli Anelli del Potere

Director | FilmMaker | DOP | Photographer

Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere, una nuova leggenda ha inizio….

Questo è il Teaser Trailer presentato il 14 febbraio 2022, per la tanto attesa serie del Signore degli Anelli by Amazon Prime Studio, per la quale è stato speso piu di un miliard di dollari in diritti ed effenti in computer grafica, maestranze, scenografie e ricostruzioni ambientali,

Ne scriveranno di cose su questa serie, ne leggeremo di tutti i colori…molto probabilmente la lotta fra chi ha la conoscenza e chi no è iniziata nella terra di mezzo….

La realtà è questa, AMAZON ha creato qualcosa di inaspettato !

scena del trailer

Era il 7 settembre 2006 quando è stato lanciato Amazon Unbox, al quale io mi sono iscritto, poi il suo nome è cambiato nel 2011 in Amazon Instant Video, e nel settembre del 2015 in Amazon Video ed in fine in quello che nel 2018 è diventato Prime Video, che tutti conoscete.

Avevano dato la possibilità agli addetti ai lavori per il settore Tv e Cinema in tutte le sue figure, di raccontare storie e visioni. Ne ho inviate tante di cose, tramite il mio account, fra scenaggiature e probabili trailer o puntate pilota, collaborando con tecnici del settore cinema, dialogando su probabili serie tv future, ( lL Signore degli Anelli era fra queste ), su come si sarebbe evoluto il mercato dell’intrattenimento, la tecnologia, il segnale video e la qualità dei contenuti, e se sarebbero esistiti mezzi tecnici per realizzare determinate cose nel mondo fantasy. Io ero solo un ragazzo all’inizio, ma poi con l’esperienza e con le conoscenze tecniche, il mio lavoro, mi ha permesso di partecipare anche ad alcuni progetti divenuti realtà.

La nuova serie di Amazon Studios era gia stata criticata in passato al suo annuncio per la realizzazione, ed oggi gia si è scatenato l’inferno fra appassionati molto informati e pseudo giornalisti,che si sono divisi sulla questioni: Era necessaria? Non ci sono battaglie nei libri che abbiamo letto, sono mondi diversi etc etc.

Molti non hanno ben compreso che Amazon porterà sugli schermi per la prima volta in assoluto le leggende della più grande storia della Seconda e Terza Era della Terra di Mezzo, appendici del Signore degli Anelli.

L’ambientazione è molte centinaia di anni prima della Compagnia del Signore degli anelli, prima degli eventi di Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli di J.R.R. Tolkien.

Saremo catapultati nell’era in cui furono creati grandi poteri, dove grandi regni salirono alla gloria per poi cadere in rovina, sconosciuti ed inaspettati eroi furono messi alla prova in battaglie e nella tenacia del loro spirito, epoche in cui la speranza ed un barlume sottile di luce, si avvicendavano nel combattere il più grande cattivo mai nato dalla penna di Tolkien . Il mondo era mianacciato dalla potente e malvagia oscurità, che tutto scruta e pervade. Secondo il mio modesto parere, i creatori si rifanno molto al Il Silmarillion ?!?

La storia inizierà durante un periodo di pace, fino alla comparsa del male, quando personaggi, sia familiari che nuovi, affronteranno l’oscurità nella Terra di Mezzo.

Dalle profondità più oscure delle Montagne Nebbiose, alle maestose foreste della capitale elfica di Lindon, dal regno spettacolare di Númenor fino a scoprire i punti più remoti della mappa che abbiamo visto nei libri, questi regni e personaggi scolpiranno una nuova eredità che sopravviverà a lungo dopo la loro scomparsa.

Molti lettori appasionati di J.R.R. Tolkien ricordano di non aver letto di battaglie, e sono abbastanza disgustati dall’utilizzo di troppa computer graphic, io credo che non puo essere un singolo frame di un teaser/trailer a decretare se la serie sara piena di battaglie, e se avrà un uso spopositato di grafica CGI, ma siamo nel 2022, mi sembra abbastanza scontato che si utilizzino mezzi del genere per ricostruire mondi irreali ed affascinanti.

la battaglia vista nel trailer

Il Regista Peter Jackson non è collegato al progetto, ma i suoi film, hanno aperto la strada a tante serie TV di successo Il Trono di Spade, dimostrado che un vasto pubblico si è letteralmente appassionato immedesimandosi in un tipo di racconto fantasy immersivo. Molti produttori cercato di catturare questo mercato ed il suo pubblico, ma pochi sono riusciti a farlo ed a prosperare.

Amazon Studios e Bezos hanno bisogno di produrre grandi spettacoli su successo mondiale, non solo ottime e belle produzioni cinematografiche attraverso interessanti ma poco longeve serie tv che accontentano poco gli abbonati a Prime Video come Me. MA è anche arduo dopo sei film ancora tra i piu visti di sempre, e che io metto ancora al primo posto dopo 20anni dall’uscita del primo ” La Compagnia dell’Anello “, riuscire a creare qualcosa che resti, che lasci il segno e che continuerà ad essere rivisto ed amato.

Amazon fino ad oggi ha rivelato poco , tutto era un segreto, quindi molti hannno espresso il loro parere continuamente pensando che un testo di Tolkien sarà rovinato nella sua vera essenza, e questo potrebbe essere plausibile per i molti che non hanno familiarità con le appendici; ma Vernon Sanders, capo della televisione statunitense/globale per Amazon, afferma che è sta messa la massima attenzione nello scrivere questa storia.

Fonte Vanity Fair Riporta: The Rings of Power ha perso alcuni altri giocatori lungo la strada, inclusi gli attori Will Poulter e Tom Budge. Insieme all’abbandono di Shippey, dello scenografo Rick Heinrichs e di uno dei dirigenti che ha aiutato a negoziare l’accordo con Tolkien in primo luogo, Sharon Tal Yguado, responsabile del genere Amazon, queste perdite hanno suscitato preoccupazione sul fatto che la produzione fosse caotica all’inizio. Ma i fan dei film ricorderanno che Stuart Townsend è stato sostituito da Viggo Mortensen anche dopo aver iniziato a brandire una spada in Nuova Zelanda. In qualsiasi viaggio lungo, insistono i dirigenti e gli showrunner, è inevitabile che alcuni non completino il viaggio.

Amazon ha dichiarato che la serie è stata creata per spettatori dai 11, 12 e 13 anni, anche se a volte potrebbero dover tirare su la coperta sugli occhi se è un po’ troppo spaventoso. Si narrerà di amicizia e di fratellanza, di vincendi e perdenti, che superano o soccombono all’oscurità. Mi sembra che ci siano così tanti film tv e serie per i ragazzi e non solo veramente costruite sull’istigazione del messaggio di cui vogliono parlare o inviare, che vengono viste continuamente, non vedo personalmente nessun male in questa serie di AMAZON STUDIOS.

Ci saranno gli HOBBIT nella Seconda Era? Forse sì e forse no visto che nei libri questi esseri umili che ben conosciamo ormai, nei libri non vengono mesionati con gesta degne di nota , se non dalla Terza Era.

Gli antenati degli HOBBIT chiamati HARFOOTS , effettivamente con piedi scalzi erano il tipo più comune di “hobbit” e compaiono nella loro prima storia che conosciamo ai piedi delle Montagne Nebbione e nella Valli di Anduin non in un luogo come la Contea. Una iiccola regione boscosa dove in seguito Aquile vicino all’High Pass a nord.

Gli Harfoot furono i primi a migrare verso ovest nell’Arnor , i Dúnedain li chiamarono Periannath o halfling , questo è riportato nei documenti Arnoriani , si stabiliscono e fondano molti estendendosi finoa Weathertop, e solo poco prima della Terza Era raggiunto Bree , che per molto tempo era stata la casa più occidentale di tutti gli hobbit.

La serie di Amazon amplierà anche la nozione di chi o cosa condivide il mondo della Terra di Mezzo ?

La trama originale è incentrata su un elfo silvano di nome Arondir, interpretato da Ismael Cruz Córdova, che sarà la prima persona di colore a interpretare un elfo sullo schermo in un progetto di Tolkien. È coinvolto in una relazione proibita con Bronwyn, un guaritore di villaggio umano interpretato da Nazanin Boniadi, un attore britannico di origini iraniane. Altrove, un britannico di origine giamaicana, Sir Lenny Henry, interpreta un anziano zotico, e Sophia Nomvete ha un ruolo da rubare la scena nei panni di una principessa nana di nome Disa, essendo quest’ultima la prima donna di colore a interpretare una nana in Il Signore degli Anelli film, nonché la prima nana femmina. “Ci è sembrato naturale che un adattamento del lavoro di Tolkien riflettesse l’aspetto reale del mondo”, afferma Lindsey Weber, produttrice esecutiva della serie. “Tolkien è per tutti. Le sue storie parlano delle sue razze immaginarie che fanno del loro meglio quando lasciano l’isolamento delle proprie culture e si uniscono”. Anche i fan più accaniti che considerano sacrosanto il lavoro di Tolkien riconosceranno il suo messaggio di unità. Rimanere fedeli a questo è importante quanto realizzare la sua visione di luoghi e personaggi di quest’epoca poco conosciuta nella sua narrativa. Vedremo finalmente la piena gloria di Khazad-dûm, la necropoli cavernosa scavata nelle Montagne Nebbiose, dove, La compagnia dell’anello di Jackson, Gandalf gridò notoriamente al Balrog: “Non passerai!” Lo spettacolo esplorerà quel regno quando era ancora pieno di luce, cibo e musica. Porterà anche in vita il fabbro elfico Celebrimbor (Charles Edwards), poiché la sua abilità con i metalli e la magia porterà alla forgiatura degli anelli. E un giovane e astuto architetto e politico elfo di nome Elrond (Robert Aramayo) salirà alla ribalta nella mistica capitale Lindon. Un’altra trama seguirà un marinaio di nome Isildur (Maxim Baldry) anni prima che diventi un guerriero e tagli l’anello di corruzione dell’anima dalla mano di Sauron, per poi cadere lui stesso vittima dei suoi poteri.

fonte: La Produzione di Amazon che ha lasciato la dichiarazione a Vanity Fair

Forse molti non sanno che nel 2024 arriverà sul grande schermo:

“Il Signore degli Anelli: La Guerra dei Rohirrim” , un il film anime originale di New Line Cinema e Warner Bros. che sarà portato in sala il 12 aprile dello stesso anno….!? Peter Jackson ha annunciato che sarà il primo ad andarsi a sedere in prima fila per godere di quest’animazione.

Anche questo filmo è ambientato secoli prima degli eventi ed avventure del film “Lo Hobbit” ed ovviamente del “Il Signore degli Anelli” di J.R.R. Tolkien. “La guerra dei Rohirrim” narrerà le conquiste di Helm Hammerhand, il re di Rohan, e poi vedremo la creazione della roccaforte di Helm’s Deep, che per chi ricorderà è presente nel film “Il Signore degli Anelli: Le due torri” alla regia di Peter Jackson.

Non comprendo la paura dell’uso della CGI, ormai utilizzata nel quotidiano in tanti film , ma mi chiedo anche perchè non bisogna continuare a raccontare i mondi di Tolkien?

Io farei uscire, attraverso la settima arte, altri tre libri: La caduta di Gondolin, I figli di Húrin e Beren e Lúthien, che meritano maggiore approfondimento e dettaglio narrativo, ed un degno regista che se sappia carpire l’essenza degli stessi, ma la realtà è anche che Tolkien è complesso e la sua lettura deve essere attenta…..

In fine gli appassionati come me dei film reinterpretati da Peter Jackson e dei libri scritti dal geniale J.R.R. Tolkien, che ci ha fatto sognare ed immaginare mondi, personaggi , città e la lotte epiche tra il bene il male…. dovranno necessariamente vedere questa serie per poter esprimere un vero giudizio, sia dal punto di vista narrativo, sia dal punto di vista tecnico, registico e realizzativo.

#buonavisione #amazonprime #ilsignoredeglianelli #glianellidepotere Alessandro R.

seguimi sulle mie pagine social

 

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento

error: © Alessandro Rufino all right reserved